UNA LVPA FRASCATI SUPERIORE ESPUGNA IL RICINIELLO

Stampa

GAETA-LVPA FRASCATI 1-2
GAETA
: Cardoso, Pattelli, Siciliano (9’ st Sfavillante), Vitale (12’ st Ranieri), Piscitelli (1’ st Sigillo), Alongi, Barba, Leccese, Nohman, Arduini, D’Urso (1’ st Galasso). A disp.: Conte, Altobelli, Orlando, Vecchio, Angelino. All.: Di Rocco.
LVPA FRASCATI: Santi, Ferraro, Molinari, Montella, Paolelli, Citro, Pagliaroli (9’ st De Vita), Panella, R. Muzzi (41’ st Sebastiani), Tordella (28’ st Negro), Pompili (28’ st Hrustic). A disp.: Iali, Villa, Lalli, Schiena, N. Muzzi. All.: Pace.
ARBITRO: Tassano di Chiavari.
Guardalinee: Puccia e Conti.
MARCATORI: 3’ pt Citro (L), 9’ st Pompili (L), 15’ st rig. Nohman (G).
Note – Ammoniti: Siciliano, Alongi, Leccese e Sigillo (G); Paolelli e De Vita (L). Angoli: 8-5 per la Lvpa. Rec.: 1’ pt; 4’ st.

La Lvpa Frascati espugna il Riciniello nel turno infrasettimanale e si lancia sempre più verso l’aritmetica conquista del girone C di Eccellenza. Sotto una pioggia incessante gli uomini di Pace dominano per un tempo di gioco, raggiungono il doppio vantaggio a inizio ripresa e poi soffrono il giusto sul ritorno dei padroni di casa nel finale, dopo il rigore trasformato da Nohman.
Tempo inclemente anche in riva al Tirreno, pioggia fitta e vento freddo che hanno caratterizzato l’intero incontro. I capitolini sbloccano il risultato dopo appena 3 minuti di gioco: buona azione in percussione di Pompili sulla sinistra, palla al centro dell’area dove i difensori biancorossi non spazzano con decisione, ne approfitta Citro che recupera il pallone e lo scaglia alle spalle di Cardoso per lo 0-1. Il Gaeta non riesce ad organizzare una reazione degna di nota e allora gli uomini di Pace provano ad allungare in più di un’occasione. Al 13’ Alongi salva su un tiro ravvicinato di Ramon Muzzi, un minuto dopo Cardoso si supera con un grande intervento su un colpo di testa di Pagliaroli. Al 27’ Molinari, da azione da corner, stacca da solo sul secondo palo ma coglie in pieno il palo. L’unica azione pericolosa degli uomini di Di Rocco è allo scadere del primo tempo: D’Urso colpisce di testa ma è bravo Santi a sventare in corner sul suo palo.
La storia non cambia a inizio ripresa con gli ospiti che sfiorano il raddoppio con Panella, tiro dall’altezza del dischetto a Cardoso battuto, ci mette una pezza Vitale che salva sulla linea. Al decimo minuto arriva il tanto agognato gol dello 0-2: Pompili si invola ben imbeccato da un compagno, entra in area e con un diagonale buca le mani di Cardoso.
Dopo il grande sforzo profuso gli uomini di Pace tirano i remi in barca con i biancorossi che prendono maggiormente il campo e le redini del gioco. Al quarto d’ora Leccese si procura un rigore per fallo di Santi, da dischetto l’ex di turno Nohman non fallisce nonostante il portiere ospite intuisca la traiettoria, 1-2. Ultima mezz’ora all’attacco per il Gaeta che sfiora il pareggio in due occasioni: al 23’ Santi compie una grandissima parata su tiro di Arduini deviato da Paolelli e al 36’ quando lo stesso Paolelli anticipa proprio Arduini su un pregevole cross d’esterno destro di Galasso e con l’attaccante gaetano pronto ad appoggiare in rete a Santi battuto.
Al triplice fischio dell’arbitro parte la festa sul campo dei capitolini, sempre più vicini al traguardo. Per il Gaeta una sconfitta tutto sommato prevista, contro una vera e propria corazzata. Ora i biancorossi hanno il dovere di trovare quante più vittorie possibili nelle ultime quattro di campionato ed evitare, così, la disputa dei playout.